Matera 2019, la cerimonia di apertura dell’evento. Mattarella: “Giorno d’orgoglio per tutta l’Italia” 


Dal 19 gennaio al 20 dicembre, il capoluogo lucano sarà Capitale della cultura 2019: 48 settimane di eventi

Si è alzato il sipario sabato 19 gennaio su Matera Capitale Europea della Cultura 2019, il capoluogo lucano che ha accolto migliaia e migliaia di persone per la cerimonia di apertura dando, così, inizio alle 48 settimane di eventi che animeranno la città per tutto l’anno, fino al 20 dicembre prossimo. Per l’inaugurazione dell’evento sono arrivate a Matera le bande di tutti i 131 comuni lucani e le bande marcianti delle Capitali Europee della Cultura passate per un totale di 2019 musicisti.

Ad arrivare a Matera anche numerose Istituzioni. “Matera ha una grande responsabilità: è la prima città del Sud ad essere scelta come Capitale Europea della Cultura. Questa scelta riveste un significato che va ben oltre il riconoscimento delle potenzialità di una città e del suo territorio. E una occasione per tutto il Meridione, che per tutto il 2019 è in Matera simbolicamente rappresentato”, ha detto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenendo alla inaugurazione di Matera 2019.

Alla cerimonia istituzionale di Matera 2019 nella Serra del Sole hanno partecipato i massimi rappresentanti istituzionali di Governo, il Prefetto di Matera, i rappresentanti di Regione Basilicata, Provincia di Matera, Comune di Matera e tutti i sindaci lucani, Camera di Commercio.

Gli interventi istituzionali del Sindaco De Ruggieri, che non ha trattenuto le lacrime di commozione durante il suo saluto, del Presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019, Salvatore Adduce, del Ministro della Cultura, Alberto Bonisoli e del Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Marco Bussetti, del Commissario europeo Tibor Navracsics e del Premier Giuseppe Conte, che ha incoronato Matera Capitale Europea della Cultura 2019, sono stati preceduti da un’esecuzione musicale con l’arpa di Viggiano.

L’inaugurazione di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 in diretta in Eurovisione di Rai1 “Matera 2019.Open Future” con conduttore d’eccezione Gigi Proietti si è chiusa con l’atteso intervento del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha ricordato come “essere europei” sia, oggi, “parte ineliminabile delle nostre stesse identità nazionali” e come “la cultura costituisca il tessuto connettivo della civiltà europea”. “Questa città – ha sottolineato il capo dello Stato – è anche un simbolo del Mezzogiorno italiano che vuole innovare e crescere, sanando fratture e sollecitando iniziative. Matera è simbolo anche dei vari Sud d’Europa, così importanti per il Continente, perché nel Mediterraneo si giocheranno partite decisive per il suo destino e per quello del pianeta“.

Questo è un giorno importante per Matera, per l’Italia. Per l’Europa, che dimostra di saper riconoscere e valorizzare le sue culture. Giorno di orgoglio per i materani, per la Basilicata” e “giorno di orgoglio per l’Italia che vede una delle sue eccellenze all’attenzione dell’intero Continente” ha spiegato ancora. “Matera è un esempio di quanto l’Europa debba alla preziosa originalità di luoghi così straordinari e ricchi di fascino“.

La città dei Sassi – che, nell’immediato dopoguerra, teneva insieme la sua struggente bellezza e condizioni di estrema povertà – “è la realtà che l’Italia offre, oggi, all’Europa per mostrare come la propria storia, anche la più antica, possa aiutarci ad aprire le porte di un domani migliore” ha poi affermato il Presidente Mattarella che ha ricordato come “con Matera festeggiamo, oggi, anche Plovdiv, la città della Bulgaria che condivide questo ambìto primato nel 2019“.

Clicca qui per rivedere la diretta della cerimonia di apertura di Matera 2019. 

2019-01-20T21:18:45+00:00
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi informazioni sulle prossime attività e iniziative camerali.
ISCRIVITI
close-link
Subscribe to  our Newsletter

Get information on upcoming business activities and initiatives.
SUBSCRIBE NOW
close-link