Ospitalità e Qualità delle produzioni alimentari e dei servizi turistici al centro della missione d’incoming buyers nell’ambito del progetto Calabria Food&Tourism

Si è conclusa giovedì 27 febbraio la missione d’incoming buyers bulgari, il quarto “appuntamento con la Calabria” nell’ambito del progetto di promozione delle eccellenze agroalimentari e turistiche calabresi ormai conosciuto come “Calabria Food&Tourism”, un’attività che si è configurata come ulteriore momento promozionale ma soprattutto come occasione di incontri d’affari tra le 2 aziende calabresi e gli operatori bulgari in visita sul territorio calabrese.

La missione d’incoming buyers, che ha avuto dal 23 al 27 febbraio 2020, ha rappresentato il momento più rilevante delle varie fasi progettuali sia per gli aspetti correlati all’azione di supporto all’internazionalizzazione delle PMI calabresi ed al processo di consolidamento sul territorio bulgaro che per gli aspetti connessi alla territorialità delle produzioni alimentari e dei servizi che la Calabria offre ai turisti di tutto il mondo. L’obiettivo principe è stato quello di incidere maggiormente sulla decisione dei buyer esteri siano essi di prodotti enogastronomici e turistici; offrire ai partecipanti tra buyers del settore agroalimentare e T.O. momenti di ricordo e di “passaparola” in termini di: 1) avventura e natura, 2) arte e tradizione, 3) cultura e spettacolo, 4) piacere, gusto e benessere ed acquistare in maniera consapevole e responsabile il prodotto e servizio made in Calabria, approfondire la conoscenza delle aziende produttrici partecipanti al progetto e del territorio calabrese dal punto di vista turistico, culturale e paesaggistico, protagonisti dei 4 eventi di promozione realizzati nei mesi di novembre nell’ambito della 4ª Settimana della Cucina Italiana e nel mese di dicembre a Sofia.

In tal senso, le giornate di lavoro si sono incentrate attorno ad un ricco programma fatto di sessioni di incontri B2B nelle città di Cosenza, presso la sede del partner territoriale Confapi Calabria, e a Reggio Calabria presso l’Hotel Torrione tra i 5 operatori bulgari e le aziende calabresi, abbinato ad un’agenda di visite aziendali puntualmente agendate secondo un matchmaking condiviso, presso realtà produttive del territorio calabrese, selezionate sulla base dell’interesse degli operatori bulgari e conseguente alle attività di promozione che la Regione Calabria e la Camera di Commercio Italiana in Bulgaria hanno realizzato con grande successo in Bulgaria.

Attraverso incontri B2B e visite aziendali i rappresentati della GDO, importatori e distributori, negozi gourmet oltre che agenzie di viaggio e tour operator, accompagnati dal Segretario Generale, Rosa Cusmano e dal Vice Segretario Generale nonché Responsabile del Dipartimento “Promozione Fiere, Saloni Professionali ed Eventi”, Teodora Ivanova della Camera di Commercio Italiana in Bulgaria, e provenienti da Sofia e dalla città costiera di Varna, hanno avuto l’opportunità di godere al meglio delle eccellenze che offre la Regione Calabria, assaggiare i prodotti tipici calabresi e conoscerne i sapori tipici, vivendo un “viaggio esperienziale” e soprattutto visitando le strutture imprenditoriali nelle quali sono realizzati i prodotti enogastronomici e turistici ed avviare contatti d’affari al fine di “esportare” il meglio della Calabria in Bulgaria.

Gli operatori si sono mossi da sud a nord della Calabria: da Reggio Calabria passando per Scilla e il Parco Nazionale dell’Aspromonte fino a Longobucco, nella Sila cosentina, passando da Cosenza ed hanno così avuto modo di assaggiare i prodotti tipici delle aziende del territorio: l’olio, le conserve, i salumi, i formaggi ed i vini attraverso un viaggio suggestivo tra mare, monti e città dalle diverse sfumature e motivi di attrazione.

Il tour in Calabria é partito con l’atterraggio della delegazione bulgara all’aeroporto di Reggio Calabria domenica 23 febbraio.

Lunedì 24 febbraio le prime visite aziendali. La mattinata trascorsa presso l’Azienda Agricola Biologica e Agrituristica nonché Fattoria Didattica Le Terre di Zoè, situata nel porto di Gioia Tauro e a pochi kilometri dalla rinomata Tropea. Giovanna Frisina, Sales Manager, ha accolto la delegazione con grande ospitalità mostrando in un percorso narrativo di grande interesse per gli operatori l’attività imprenditoriale dell’azienda, il territorio di origine delle composte e succhi a base di frutta e le coltivazioni biologiche di kiwi hayward, clementine, arance valencia late, arance moro e ulivi, oltre che la struttura ricettiva agrituristica. Nel pomeriggio la delegazione ha “scoperto” la Costa Viola della Calabria con la visita della città turistica di Scilla ed il suo quartiere Chianalea e della struttura di uno dei numerosi Resort&Spa calabresi d’eccellenza, Alta Fiumara resort immerso in un parco di 8 ettari a picco sul mare di fronte alla splendida Sicilia, tanto conosciuta dai nostri operatori bulgari.

Martedì 25 febbraio una prima sessione di incontri d’affari si è svolta presso la splendida terrazza con vista panoramica del Torrione Hotel di Reggio Calabria dove i nostri operatori hanno incontrato 11 aziende del territorio reggino e della provincia partecipanti al progetto #CalabriaFood&Tourism, e cioè l’Azienda Agricola Barone Macri l’Oleificio Perrone, l’Azienda Agricola Pierluigi Taccone, Calabria & Calabria di Sirianni Agostino, il Pastificio Carbone s.n.c, la Cascina 1899, La Spina Santa – bibite e liquori, Le Terre di zoè – Azienda Agricola Biologica e Agriturismo, Antico Nero D’aspromonte, Pane e Sfizi di Deraco Giuseppe e Societá Agricola Quattrone.

Un feedback molto positivo con primi accordi di chiusura contratti di acquisto di prodotti alimentari e creazione di pacchetti turistici Bulgaria/Calabria è stato registrato al termine dei b2b a Reggio Calabria, a cui ha fatto seguito un light lunch con prodotti del territorio.

Nel pomeriggio di martedì 25 febbraio la delegazione di operatori ha percorso il Parco Nazionale dell’Aspromonte, turisticamente importante per il territorio e meta di destinazione turistica di appassionati di sport di montagna ed effettuato la visita aziendale presso Oleificio Perrone “Oli di pregio” , una realtà imprenditoriale a gestione familiare che nel corso degli anni ha valorizzato il territorio, innovato le sue produzioni olivicole e creato un percorso storico-culturale legato alla terra d’origine dei prodotti. Daniele Perrone, titolare dell’azienda, ha accolto con professionalità e passione la delegazione illustrando la parte produttiva degli oli di qualità e conducendo un mini-workshop di degustazione del prodotto accompagnato da uno storytelling della #StoriadiFamiglia. La sessione dimostrativa é avvenuta in uno spazio “familiare” dove i Perrone hanno tracciato la #StoriaDiFamiglia ed un museo dell’Olio che ha entusiasmato i partecipanti.

Mercoledì 26 febbraio una seconda sessione di incontri d’affari si è svolta presso la splendida sede di Confapi Calabria 2.0 nel pieno centro della città di Cosenza, dove gli operatori sono stati accolti dalla Dirigente del Dipartimento Presidenza – Settore Internazionalizzazione della Regione Calabria, Avv. Gina Aquino e dal Presidente di Confapi Calabria e Vice Presidente Confapi Nazionale, Francesco Napoli.

Una breve sessione istituzionale presieduta dall’Avv. Aquino, dal Presidente Napoli e dal Segretario Generale, Rosa Cusmano, nel corso della quale é stata sottolineata e notevolmente apprezzata l’importanza della presenza degli operatori bulgari e delle aziende calabresi, a cui sono andati i ringraziamenti delle Istituzioni presenti, la rilevanza dei b2b e dell’azione del follow up operativo nell’ambito del progetto #CalabriaFood&Tourism. La Dirigente Aquino ha sottolineato come “nella gestione ed implementazione dei progetti di internazionalizzazione delle PMI calabresi all’estero, la Regione Calabria ha collaborato con la rete delle Camere di Commercio Italiane all’Estero, Associazioni radicate sui territori esteri, affinché il prodotto e servizio calabrese si diffondesse in maniera capillare sui mercati internazionali”.

Complimentandosi con la Camera di Commercio Italiana in Bulgaria per tutte le attività di promozione e creazione di contatti d’affari già svolte nell’ambito del “Calabria Food&Tourism”, la Dirigente ha evidenziato come la nuova programmazione regionale intende proseguire con azioni di rafforzamento dei progetti di internazionalizzazione avviati nel 2018 e nel 2019 e lavorare con le Camere di Commercio Italiane all’Estero dimostratesi più virtuose nel percorso di sviluppo progettuale sui mercati esteri.

È seguito l’intervento del Segretario Generale della CCIB, Rosa Cusmano che ha ringraziato la Dirigente della Regione Calabria per aver preso parte all’incontro di Cosenza, dimostrando attenzione alle attività camerali ed al Paese Bulgaria oltre che manifestando vicinanza alla delegazione di operatori bulgari, giunti in Calabria nonostante le circostanze nazionali ed internazionali fossero delicate. “Ringrazio il Presidente di Confapi Calabria e Vice Presidente Confapi Nazionale, Francesco Napoli per l’ospitalità e l’accoglienza riservata al gruppo di operatori bulgari e per il lavoro svolto congiuntamente alla Camera di Commercio Italiana in Bulgaria per l’organizzazione degli incontri d’affari con le aziende cosentine e crotonesi. “Quest’incontro non poteva avvenire in altro luogo che all’interno della sede delle Piccole e medie imprese calabresi. Ritengo che questa giornata di incontro rappresenti un’occasione importante di interrelazioni tra la Calabria e la Bulgaria tanto quanto saranno fondamentali le azioni di follow up aziendale, tanto per il raggiungimento degli obiettivi progettuali quanto per la CCIB che attribuisce un valore importante al mantenimento dei contatti ed al monitoraggio delle relazioni d’affari tra le aziende calabresi e gli operatori bulgari.

La conclusione della sessione istituzionale è stata affidata al Presidente di Confapi Calabria e Vice Presidente Confapi Nazionale, Francesco Napoli che ha ringraziato la Dirigente Aquino per la sua partecipazione all’incontro di Cosenza a testimonianza del supporto istituzionale regionale e, rivolgendo i suoi ringraziamenti al Segretario Generale Rosa Cusmano per la perfetta coordinata azione di organizzazione dell’incontro, ha brevemente illustrato l’importanza della Confapi Calabria, un’associazione di imprenditori che rappresenta piccole e medie imprese (PMI) calabresi al fine di garantire e salvaguardare il loro sviluppo territoriale e la loro crescita economica. “Con questo obiettivo Confapi Calabria, che fa parte del sistema nazionale della Confapi (Confederazione italiana della piccola e media industria privata), esercita la propria rappresentanza in tutte le sedi politiche, istituzionali e sindacali in cui è necessario lavorare per dare alle PMI il ruolo ed il peso che meritano nel panorama economico calabrese e nazionale”, ha dichiarato il Presidente Napoli. “La Bulgaria rappresenta per noi un mercato sempre più importante per le esportazioni e gli investimenti italiani e calabresi, in particolare, che ancora esportano poco in questo Paese rispetto alle altre regioni italiane”, ha concluso il Presidente di Confapi Calabria.

Sono seguiti gli incontri d’affari con numerose aziende provenienti dal territorio cosentino e crotonese partecipanti al progetto “Calabria Food&Tourism”  nel corso dei quali si è attestato ulteriormente l’interesse per la Calabria e fin da subito si è dato vita allo sviluppo di pacchetti turistici con l’obiettivo di destagionalizzare il flusso dei turisti sul territorio regionale, normalmente limitato ai mesi da marzo a ottobre, fino a coprire tutto l’anno. I tour operator hanno manifestato interesse nel promuovere questi pacchetti non solo per il mercato bulgaro ma anche per i mercati limitrofi essendo uno snodo centrale nell’Europa dell’est e ideale porta tra Occidente e Oriente. Un altro feedback estremamente positivo, anche in questa tappa cosentina, con primi accordi di chiusura contratti di acquisto di prodotti alimentari e creazione di pacchetti turistici Bulgaria/Calabria è stato registrato al termine dei b2b a Cosenza, a cui ha fatto seguito un light lunch con prodotti del territorio.

Nel pomeriggio di mercoledì 26 febbraio, a conclusione degli incontri d’affari a Cosenza, la delegazione di operatori ha percorso il Parco Nazionale della Sila, turisticamente importante per il territorio e meta di destinazione turistica di appassionati di sport di montagna ed effettuato la visita aziendale presso l’azienda familiare turistica e ricettiva Trattoria La Campanara B&B da COSTANZA, situata a Longobucco nel cuore della Sila e partecipante al progetto #CalabriaFood&Tourism. Un antico borgo silano nel quale gli operatori turistici si impegnano a valorizzare il territorio e sviluppare costantemente i servizi ricettivi e ristorativi, proprio come lo dimostra la struttura La Campanara, ha dichiarato il Consigliere Comunale Serafino Greco che insieme ai titolari della Campanara ha accolto la delegazione di operatori bulgari in visita in Sila ed omaggiato il Segretario Generale della CCIB con la consegna di un gagliardetto del Comune.

Una galleria fotografica con i vari momenti della missione d’incoming è disponibile sulla pagina facebook di progetto / Calabria Food&Tourism, sul profilo facebook della Camera di Commercio Italiana in Bulgaria e sui social media twitter, instagram, linkedin e youtube.

2020-03-22T17:24:27+02:00
Questo sito utilizza i cookies anche di terze parti. Cliccando sul bottone "accetta", proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, l’utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi nell'apposita sezione. Accept